Come risparmiare con una stufa alogena?

Al giorno d’oggi, per riscaldare gli ambienti della nostra abitazione, possiamo optare anche per le stufe alogene a basso o bassissimo consumo. Potrebbe sembrare un controsenso, che un elettrodomestico possa permetterci di risparmiare soldi ed energia elettrica, ma negli anni, le tecnologie di costruzione e materiali innovativi, permettono di raggiungere standard energetici elevati in termini di consumo.

 

Le caratteristiche

La stufa alogena è conveniente perché garantisce un riscaldamento immediato dell’ambiente in cui viene utilizzata;

questo risparmio si ottiene perchè la stufa resta accesa per il tempo necessario a raggiungere la temperatura desiderata che avviene in maniera repentina, dando la possibilità di spegnerla non appena questa sia stata raggiunta; altro fattori da non sottovalutare, non viene utilizzato combustibile ed il prezzo di acquisto della stufetta elettrica può risultare irrisorio.

Vediamo, adesso, di elencare le principali varietà di stufe elettriche e a basso consumo in commercio, cercando di essere d’aiuto per una scelta ponderata votata al risparmio soddisfacendo, ovviamente, le proprie necessità

Le tipologie

Esistono diverse tipologie di stufe elettriche ma, per comodità, le suddivideremo in quattro grandi categorie principali:

  • le stufe alogene
  • le stufe elettriche al quarzo
  • le stufe elettriche ad infrarossi
  • resistenza.

Le stufe alogene, quelle su cui ci concentreremo, fondamentalmente,  constano  di due lampade alogene che producono calore quando vengono attraversate dalla corrente elettrica. Si tratta di un modello degno di nota, poiché ad alto risparmio energetico.

  • La stufa elettrica a resistenza produce calore con una ventola, e non è particolarmente indicata per risparmiare.
  • La stufa elettrica al quarzo differisce da quella alogena solo per il tipo di lampade che montano, che qui sono al quarzo e non raggiungono la stessa potenza delle lampade alogene.
  • Infine, le stufe elettriche ad infrarossi emettono calore grazie pannelli radianti formati da lampade ad infrarossi spesso dotate di un design molto interessante.

Perchè scegliere una  stufa alogena

Prima di procedere all’acquisto di una stufa alogena dovremo prestare attenzione a molti fattori quali, in primis, la scelta dei materiali costruttivi e del rivestimento, fattore quest’ultimo importante dal punto di vista estetico che funzionale.

In secondo luogo, ma non meno importante, le dotazioni della stufa: timer programmabile, accensione/spegnimento anch’esso programmabile, termostato per impostare la temperatura. Tutte funzioni per ottenere il maggior risparmio possibile.

Infine, anche il prezzo d’acquisto non deve essere sottovalutato. Generalmente si attestano in una fascia di prezzo abbastanza bassa.

Il prezzo varia in base alla grandezza, tipo di funzionamento della stufa  e dalla classe energetica, per cui rimane solamente un’indicazione.

Valuteremo così la migliore scelta di una stufa a basso consumo energetico tra le varie tipologie esistenti in mercato.

Il basso consumo

Per prima cosa, quando analizziamo le stufe alogene, è bene controllare le varie certificazioni di cui è dotata,

  • importantissima la certificazione CE ed il marchio di sicurezza IMQ;
  • successivamente sistema anti-ribaltamento,
  • blocco di sicurezza in caso di surriscaldamento e termostato per regolare la temperatura.

Quella alogena è una stufa elettrica a risparmio energetico; ha un consumo medio sui 900-1000 KW, ma dipende anche dal numero di lampade utilizzate: in media ciascuna assorbe fra i 300 ed i 400w.

In ogni caso si tratta di una categoria di stufette abbastanza economiche, e inoltre ogni lampada in caso di rottura può essere sostituita autonomamente.

Sono ideali per

  • piccole stanze,
  • bagni,
  • cantine o
  • piccoli uffici.

Riescono a scaldare rapidamente l’ambiente riducendo però i consumi, sono perfetta per chi voglia ottenere un buon grado di riscaldamento in tempi rapidi e con attenzione al risparmio energetico. Inoltre, considerate le dimensioni ridotte e la maneggevolezza, possono essere trasportate facilmente da un luogo all’altro. sono più performanti di altre stufe grazie alla presenza di lampade alogene, che si scaldano molto ed in poco tempo.

Bisogna fare molta attenzione quando si acquista questo determinato tipo di stufe, controllando che vi siano presenti delle griglie a protezione delle lampade, così da evitare scottature accidentali o possibili incendi dovuti a caduta e rottura delle lampade.

Con lo sviluppo della tecnologia e la ricerca dei materiali, queste stufe stanno compiendo passi da gigante dal punto di vista del risparmio energetico quindi diventano ideali quando ci si trova a dover affrontare il problema di riscaldare ambienti in modo adeguato senza andare ad  affrontare la spesa eccessiva per nuovi impianti di riscaldamento, sicuramente, più costosi, che necessitano, oltretutto, di opere murarie.

Come abbiamo, già detto nei paragrafi precedenti, i prezzi, infatti, oscillano tra i 10 euro fino a 30-40€: si tratta insomma di una stufa estremamente economica ed alla portata di tutti.

Conclusioni

L’offerta del mercato e lo sviluppo tecnico ci permettono di acquistare le stufe elettriche a basso consumo a prezzi veramente molto bassi, consentendo di risparmiare sia sul prezzo d’acquisto sia sul consumo di energia elettrica e di conseguenza sulla bolletta. In conclusione, bisogna sempre cercare di scegliere il prodotto migliore in base proprie esigenze, tenendo presente il rapporto qualità/prezzo, la sicurezza, le dotazioni  e il consumo energetico di ogni singola stufa.


Sono una scrittrice per hobby e viaggiatrice per passione.
Mi piace condividere con i lettori contenuti coinvolgenti ed esaustivi per fornire risposte accurate alle loro domande. Conoscere e confrontarsi è il mio pane quotidiano.

Classifica dei Migliori Prodotti

Back to top
Apri Menu
sceltatermoconvettori.it